ANTOLOGIA PALATINA

Laboratorio di traduzione partecipativa dell’Antologia Palatina, sviluppato in collaborazione con “Chaire de recherche du Canada sur les écritures numériques” dell’Università di Montreal (Canada)  a partire dalla versione digitale dell’antico manoscritto del X sec a. C. , messo in rete dal Perseus Project (Tufts University di Boston).

Il progetto si inserisce nel quadro delle attività di digitalizzazione del Patrimonio avviate  dal Liceo Cagnazzi d’intesa con DICULTHER , in rete con  oltre sessanta organizzazioni che operano nel settore della cultura hanno deciso di collaborare per dare vita alla Digital Cultural Heritage, Arts & Humanities School.

Il progetto costituisce una sperimentazione pilota di una più ampia azione di divulgazione e utlizazione dell’antico manoscritto mediante l’accesso ad un database aperto che permette di tradurre gli epigrammi in diverse lingue, di allineare le
traduzioni (collegando le parole con le espressioni greche corrispondenti),
oltre che di commentarle, annotarle e di mettere gli epigrammi in relazione
tra di loro e con altri contenuti.

I licei italiani sono  luoghi privilegiati per la circolazione dei contenuti
letterari greci. Grazie al liceo classico, l’Italia è il paese nel mondo con il più
alto numero di persone che conoscono il greco:  il coinvolginmento dei  i licei in questo
progetto potrebbe avere un impatto enorme sul suo sviluppo e permettere allo stesso tempo una valorizzazione delle competenze uniche dei nostri studenti e dei nostri professori.
In particolare, la partecipazione degli studenti a questo progetto, grazie a delle collaborazioni mirate con alcuni licei e istituzioni italiane, permette :
dal punto di vista pedagogico : di far lavorare gli studenti a delle traduzioni che sono poi rese pubbliche. il che valorizza  lo sforzo di traduzione senza limitarlo a un puro esercizio scolastico; di migliorare le competenze linguistiche degli studenti grazie al
lavoro di allineamento delle traduzioni; di dare agli studenti la consapevolezza dell’impatto di questo corpus antologico sulla storia della letteratura e in generale sul
nostro immaginario collettivo; di valorizzare le competenze acquisite nel curicolo  scolastico
•dal punto di vista scientifico: di produrre un gran numero di traduzioni italiane di ottima qualità; di mettere a disposizione del pubblico italiano che non conosce il
greco questi testi e di valorizzarli; di produrre dei thesauri automatici grazie all’allineamento delle traduzioni; di arricchire il testo con commenti e annotazioni e di metterli in relazione con altri testi del corpus antologico o di altri corpora
letterari.
Il database conterrà inizialmente la totalità degli epigrammi dell’antologia,
ma potrà successivamente essere allargato ad altri testi classici, greci e
latini. Potenzialmente il database potrebbe diventare un riferimento per la
circolazione online dei classici greci e latini in lingua originale e in traduzione.