NOI SIAMO FUTURO

IL SOCIAL JOURNAL
L’informazione rivolta ai giovani è sempre più un’informazione fatta dai giovani.
Cambiano non solo i moduli espressivi, ma anche i contenuti a cui i ragazzi sono interessati e la prospettiva di analisi e valutazione dei fatti.

Noisiamofuturo Social Journal è un progetto che prevede una formazione dei giovani sui principali mezzi
di informazione, recependo e valorizzando l’attitudine social e la capacità dei giovani di lavorare in sinergia.
Con una particolarità: dalla teoria alla pratica. Ossia, recepite le nozioni principali
giornalistica, redarla e pubblicarla.
Il social journal, infatti, ospitato sulla piattaforma
giornalistici dei giovani che raccontano e si raccontano
e fanno inchieste, segnalano casi e storie con testi, foto, video,
redazione che collega gli studenti e le scuole
comunicazione social dei giovani italiani.
IL SOCIAL
Come ogni testata, il Social Journal NOISIAMOFUTURO
ambiente, innovazione, al tempo libero
sentimenti, sogni, racconti.
Le sezioni del giornale nascono da
Community NOISIAMOFUTURO.
ATTUALITA’
Notizie reali dell’ultimo periodo, realizzat
territorio. Ad esempio una notizia di attual
grande città italiana, potrà essere pensata o rapportata a
FARE SCUOLA
Progetti eccellenti, laboratori, esperienze di scuola, di didattica vissuta e trasform
‘lavoro’.
JOURNAL: L’INFORMAZIONE FATTA E LETTA DAI GIOVANI ITALIANI
Cambiano
ournal e, capacità dei giovani di lavorare in
su come creare un
, www.noisiamofuturo.it sarà alimentato
raccontano, affrontano i principali temi di at
storytelling, post etc.
di tutt’Italia e mette in rete l’attività giornalistica e di
ocial JOURNAL: CONTENUTI E TERRITORI
si comporrà di aree tematiche
e divertimento, musica, cultura, arte, dando spazio anche a
no focus group e rilevazioni fatte attraverso sondaggi
I CONTENUTI
realizzate come cronaca, intervista, approfondimento o ancoraggio al
attualità di un avvenimento accaduto in una città straniera
alla realtà in cui il ragazzo vive
1
I Cambiano, non solo i moduli
sinergia.
una notizia
dai contributi
, attualità, commentano
Nasce così una grande
tematiche: dall’attualità,
tra i giovani della
ità straniera, o in una
a vive.
trasformata in concretezza di
LA NOTIZIA CHE NON C’E’
Testi di fantasia, non basati su accadimenti reali, ma su quello che gli studenti vorrebbero leggere sui
giornali, oppure su quello che non esiste e che gli studenti vorrebbero fosse realtà. E, perché no, anche
giocare sul capovolgimento della notizia: ‘E’
PLANET
Ambiente e territorio. ‘Planet’ ha una doppia lettura: il mio ‘
Ambiente locale e ambiente universale. Cosa si fa per mantenerlo, l’ecologia, il futuro e il passato. Ma anche
la scoperta o la condivisione del luogo in cui si vive. Le eccellenze del proprio territorio, le ricchezze, le
mancanze, i bisogni e le opportunità. Fatti di cronaca che riguardino o abbiano riguardato la città, il paese, la
provincia, la zona di appartenenza.
‘nostro’ territorio, anche quello dove si soggiorna all’estero, per scambi culturali, esperienze scolastiche,
trasferimenti temporanei.
NOI PER GLI ALTRI
Il sociale in tutte le sue sfaccettature: aiuto, integrazione, culture
direzioni: l’accoglienza e come si viene accolti; ciò che si dà e ciò che si riceve. Ciò che si pensa di dare e ciò
che non ci si aspettava di ottenere. Quello che si p
esempio quello che la città offre: i numeri del sociale, le strutture, la scuola. Possibilità di
storie personali, che non si basano su numeri e dati, ma sul vissuto di o
SANESSERE
Benessere e salute, che significato hanno per gli studenti. Quanto la ricerca del bello si accompagna a uno
stato ‘buono’, di benessere insomma. Storie personali, storie raccolte, storie raccontate. La malattia nei
giovani, come è vissuta dai protagonisti e come recepita dai compagni. La div
diversità come parametro estetico. Al positivo: tutto ciò che piace e fa bene; al negativo: ciò che piace e fa
male.
COSA E DOVE
Il divertimento in senso lato. Testi/notizia che riguardino tutto ciò che gli studenti amano fare
loro territorio: cibo, bevande, luoghi di aggregazione, di divertimento, posti di storie e realtà.
SPORT
Lo sport a 360 gradi: la competizione, il calcio e i suoi numeri, il campionato, le discipline minori, la tv, la
radio, il web, i campioni, chi ce la fa, chi ci prova, chi non ci riesce, quelli a cui piacerebbe. I dati dello sport e
quello che i ragazzi vorrebbero fosse lo sport. Il conflitto tra l’etica e il denaro che accompagna il modo
sportivo. ‘Sport’ è agonismo, ma anche semplice tenta
del territorio, di campioni nati o cresciuti in città, o i campioni nella scuola.
scoppiata la pace’.
’ mondo’ in senso circoscritto
operta Città e campagna, centro e dintorni: tutto è territorio. E’ territorio, il
e generi a confronto. Testi in entrambe le
perde a non dare. Possibilità di scrivere
ognuno.
diversità nella malattia e la
, tentativo o animo sportivo. Racconti e storie di eccellenze
2
circoscritto, il mio ‘pianeta’.
testi su dati reali: ad
scrivere testi sulle
ersità e fanno nel
tivo
CULT (Cultura e tendenze)
Musica, cinema, tv, teatro, moda, web, social. L’angolo
l’espressione di un giudizio personale sull’
criticare sembra facile, ma non lo è. La critica deve essere ragionata, spiegata, motivata
piace’, esattamente come quelli dell’apprezzamento, sono il cuore del testo e devono essere chiari e sensati.
IO DICO CHE
Testi che riguardino l’opinione personale di chi scrive, su qualsiasi argomento si decida di soffermarsi. L’unica
regola è il rispetto degli altri. Seguendo l’esempio degli opinionisti in campo giornalistico, gli studenti
possono fare analisi personali di situazioni o argom
tematiche di ampio respiro o condivisibili da altri. Non è materiale da opinionista il
banco’. Insomma, non sono di interesse generale le opinioni personali su terzi.
A&A&A&A&…
A come Amore, A come Amicizia, A come Anima, A come Animali. Il testo si fa intimo, le parole svelano
sentimenti, stati d’animo, non è la cronaca generale a interessare, ma il vissuto di ognuno, il racconto,
l’esperienza che diventa parola, o immagi
cuore. Sarà un caso che ciò che più conta, che riguarda il sentire, il sentimento, sia contrassegnato dalla
prima lettera dell’alfabeto? Racconti di amore, storie di amicizia, frammenti che
pagina, incidendo i cuori. Sguardi incrociati in un attimo, o persi per un soffio. Così come storie di anni, di una
vita. Amori vissuti o immaginati. Amicizie che ci regalano sorrisi e quelle che lasciano l’amaro in bocca. Amici
che non parlano la nostra lingua, o che non parlano affatto, ma che con una zampa, o con un dondolio di
coda, ci regalano emozioni. A briglia sciolta e cuore libero.
PAROLE SEGRETE
Amore, amicizia, cuore. L’ultima sezione si è scostata dalla notizia, dall’
riflettori sui sentimenti, sul dentro, sull’intimo. In ‘Parole segrete’ si va oltre. L’intimo che si scopre, le storie
piccole o grandi che siano, che vengono raccontate, sono quelle che non si riescono a dire, che rim
veramente in profondità. Quante storie hanno i ragazzi, in questo mondo in cui tutto è integrazione e niente
si mescola invece nel modo giusto, che proprio non riescono a uscire. Questa è l’opportunità: una vetrina
nascosta, un ossimoro quasi. Diamo voce, parole, immagini ai sentimenti più difficili, ai nodi più attorcigliati.
Fino a quando i ragazzi lo vogliono, fino al punto che sembra loro gusto. Nomi e visi, o soltanto racconti
senza firma, ma che possono servire a trovare un’identità
MACCHIA GIOVANE
Spazio dedicato al fumetto, graffitismo o forme di street
in cui si segnala e si critica, intendendo per
sull’evento culturale, la tendenza, la moda. Con un’unica avver
no argomenti che abbiano un interesse generale o che riguardino

immagine, o filmato. L’essenza e le esperienze delle grandi A del no
si allungano a diventare
he dall’attualità, dall’esterno e ha acceso i
o o un’identità.
, art.
3
‘critica’
avvertenza:
motivata. I motivi del ‘non mi
enti come si veste il vicino di
ne, nostro
attualità, rimangono
SONDAGGI
All’interno del giornale verranno inoltre, periodicamente lanciate inchieste e sondaggi, condotti nelle scuole
e nelle università, tra i giovani, finalizzati a rilevare
esigenze, comportamenti in una fascia di età (16
SOCIAL JOURNAL: IL PERCORSO DI ALTERNANZA SCUOLA LAVORO
NOISIAMOFUTURO Social Journal, concep
tutt’Italia, offre anche un percorso di alternanza scuola
Nell’ambito del progetto si prevedono:
• Moduli formativi per insegnanti e studenti sul tema
social a cura di Strategica Community e dell’Università LUISS Guido Carli di Roma.
• La produzione da parte degli studenti di articoli, videoreportage, ma anche post, fotografie,
recensioni e racconti.
• Pubblicazione di tali contributi sulla piattaforma che diventerà così un vero e proprio portale
di informazione alimentato dai giovani.
• Modulo conclusivo da svolgere durante il Festival dei Giovani come veri e propri reporter.
Chi può partecipare
Possono partecipare tutti gli studenti di scuole secondarie di secondo grado di III e IV.
La Formazione
Il percorso prevede moduli di formazione on
• Come scrivere un articolo.
• Come realizzare un’intervista.
• Come realizzare un’inchiesta.
• Come fare una recensione.
• Come girare e montare un servizio o un video reportage.
• Come fare un trailer.
• Come scrivere un post da condividere.
• L’importanza dell’immagine.
rilevare, con un approccio scientifico
– 19 anni) non sempre facili da comprendere e conoscere.
, concepito come una grande redazione che mette in rete i giovani di
scuola-lavoro sui temi della comunicazione:
dell’informazione integrata al web ed ai
rmazione o on-line, tutorial, incontri/lezioni live.
4
scientifico, tendenze, opinioni,
ito
Tutto il materiale sarà presente sulla piattaforma
potrà accedere attraverso login.
La produzione del materiale
Dopo il periodo di formazione al gruppo di studenti iscritto al percorso di alternanza verrà chiesto di
produrre materiale sui diversi argomenti presentati in precedenza
Tutto il materiale verrà pubblicato sulla piattaforma
dalla home page che proporrà tutti gli ultimi articoli, gli ultimi dei quali di volta in volta in anteprima,
consultabili attraverso criteri di ricerca per argomenti e territorio (Regioni
Per la certificazione del monte ore ogni gruppo, dall’inizio dell’anno scolastico fino al Festival, dovrà
produrre:
• 5 articoli da 3000 battute (2 su argomenti a scelta tra quelli indicati e 3 su argomenti indicati dalla
redazione);
• 20 post da 500 battute;
• 2 video-reportage.
Il modulo conclusivo al Festival dei Giovani
• Una giornata di stage presso la Scuola Superiore di Giornalismo “Massimo Baldini” dell’Università
LUISS “Guido Carli” di Roma.
• Presenza al Festival dei Giovani di Gaeta nelle
di:
• Un articolo di 3000 battute sul Festival e i temi ad esso collegati da
consegnare entro il 29 Aprile 2017.
• 2 post (testo e/o video) da produrre durante i giorni del Festival.
Durante il Festival verrà allestita all’interno del Village una redazione dove i gruppi potranno lavorare al
materiale da produrre assistiti da giornalisti professionisti.